giovedì 29 gennaio 2015

RECENSIONE: Hunger Games

Buonasera lettori cari, come va?

Come promesso (a me stessa) oggi ho finito il primo libro della trilogia di Hunger Games: è durato ben 3 giorni. Wow.
Ma non voglio dilungarmi in presentazioni inutili e procedo subito con l'arduo compito di scrivere cosa ne penso di questo CAPOLAVORO.

TITOLO: Hunger Games
AUTORE: Suzanne Collins
EDITORE: Oscar Mondadori
PREZZO CARTACEO: € 13,00 (ma ce ne sono di più bassi)
PAGINE: 370

DALLA QUARTA DI COPERTINA
Quando Katniss urla "Mi offro volontaria, mi offro volontaria come tributo!" sa di aver appena firmato la sua condanna a morte. E' il giorno dell'estrazione dei partecipanti agli Hunger Games, un reality show organizzato ogni anno da Capitol City con una sola regola: uccidi o muori. Ognuno dei Distretti deve sacrificare un ragazzo e una ragazza che verranno gettati nell'Arena: ne sopravvive uno solo, il più bravo, il più forte, ma anche quello che si conquista il pubblico, gli sponsor, l'audience. Katniss appartiene al Distretto dei minatori, quello che gli Hunger Games li ha vinti solo due volte in settantatré edizioni, e con lei è stato sorteggiato Peeta Mellark: sa di avere poche possibilità di farcela. Ma si è offerta al posto di sua sorella minore e farà di tutto per tornare da lei. Da quando è nata ha sempre lottato per vivere e lo farà anche questa volta.
CHE GLI HUNGER GAMES ABBIANO INIZIO.



Giudicare questo spettacolo di libro è a dir poco difficile, ma avrete già capito leggendo solo questa frase quanto mi sia piaciuto.
Davvero, sono sincera, è veramente bellissimo.
E' tutto impeccabile: l'ambientazione, i personaggi, la storia...tutto quanto.
Mi sento di scrivervi una piccola premessa, prima di cominciare: prima di iniziare a leggere la trilogia avevo già visto i primi tre film che ne sono stati tratti (ovviamente direte, dato che vi parlo solo adesso del libro...) e me ne ero innamorata. Adoro tutto anche dei film, la storia mi aveva attratta senza che la conoscessi, ho visto Hunger Games quasi per caso...
Quindi, leggendo il libro avevo in mente le ambientazioni che avevano scelto nel film e i personaggi me li immaginavo con la faccia degli attori che li interpretano; ma la cosa non mi ha per niente disturbata, perché credo che il film abbia rispettato fedelmente il libro! Durante la recensione, ecco, potrei fare qualche paragone ;)

Detto questo posso finalmente cominciare parlandovi per prima cosa dei luoghi: credo che la Collins abbia avuto un colpo di genio nell'inventarsi Panem, i Distretti e Capitol City che lo compongono. E' un sistema ben articolato, facile da immaginare perché spiegato in modo impeccabile: Panem, una terra che sorge dove attualmente ci sono gli USA (per ovvi motivi nel film questo non viene detto...ma leggerlo mi ha fatto pensare che Panem non è la terra così tanto fantascientifica che immaginavo, è più...reale), divisa in 12 Distretti, ognuno dei quali specializzato in una sola attività lavorativa. I 12 Distretti lavorano sodo per mantenere Capitol City, la capitale di questa terra così rigidamente controllata.
Anche non avendo visto il primo film, leggendo ci si possono immaginare senza alcun problema le strade polverose del Distretto 12, le reti che dividono la zona più povera, il Giacimento dove vive Katniss, dal Prato e dal bosco che è la fonte di sostentamento della ragazza. 

Ci si può immaginare lo sfarzo eccessivo che domina Capitol City, l'austerità e la rigidità del palazzo dove soggiornano i tributi prima di essere gettati nell'Arena, e infine si vede tra le pagine anche questa famigerata Arena, con la Cornucopia, il lago vicino e i boschi che la circondano.

C'è poco da dire: le ambientazioni sono descritte benissimo, è facile immaginarsele.
Per quanto riguarda i personaggi, anche qui non posso fare a meno di fare un confronto con il film: me li immaginavo tutti con la facce degli attori, come vi ho già detto, quindi non me la sento di dire se siano azzeccati o meno...per me Katniss è indiscutibilmente Jennifer Lawrence e Peeta è Josh Hutcherson, non si discute.
A parte questo, devo dire che li adoro (ma come sono ripetitivaaaa!!!).
Amo la riservatezza, la determinazione e la forza di Katniss.
Amo la dolcezza, la sicurezza e l'ingenuità di Peeta.
Loro due sono i miei preferiti, si nota? ;)
E comunque non solo loro, ma anche tutti gli altri sono ben costruiti: tutti hanno la loro personalità, si distinguono, sono secondari sì ma non banali.
Ho apprezzato tantissimo che fosse tutto così ben articolato e costruito!
Parlando dei personaggi è inevitabile parlare anche d'amore: se vedendo il primo film tifavo per la coppia Katniss-Gale adesso mi sono dovuta ricredere...
Perché non è solo la dolcezza di Peeta a colpire, non sono solo tutte le sue attenzioni e le cose che fa intenzionalmente e non per Katniss a renderlo il mio preferito tra i due, no, è il fatto che la storia tra Peeta e Katniss all'inizio sembra architettata ad opera d'arte per salvarli durante gli Hunger Games, ma durante le settimane nell'Arena diventa reale e travolgente. Katniss può nascondere i suoi sentimenti, può affermare che era solo una messa in scena, ma leggendo si capisce che dopo aver condiviso quest'esperienza con Peeta, tutto è cambiato. I suoi gesti, le sue preoccupazioni nei suoi confronti non sono più poi così tanto costruite.

Non metto in dubbio che forse nutra qualcosa anche per Gale, ma è diverso: lui è bello, forte, condivide le sue passioni e la aiuta a mantenere la famiglia, sì, ma con Peeta Katniss ha indubbiamente stretto un legame che va oltre tutto questo.
Ditemi quello che volete ma io non cambio idea, Katniss deve stare con Peeta e spero che nei prossimi libri se ne renda conto anche lei.

Che altro c'è da dire su questo libro che mi ha del tutto rubato il cuore?!
Magari posso spendere ancora qualche parola sulla storia vera e propria (spero abbiate ancora voglia e forze di continuare a leggere!). La trovata degli Hunger Games è senza dubbio tanto originale quanto crudele: rende il libro interessantissimo con tutte le lotte alla sopravvivenza che leggiamo, fa si che sia avvincente e mai noioso.
Ma il libro non è solo l'Arena e le lotte all'ultimo sangue; Hunger Games è un'ovvia critica alla società, che controlla l'individuo e cerca di piegarlo al suo potere. Usare un reality è l'asso nella manica, è ciò che il pubblico vuole, e non solo quello di Capitol City...
Ma Katniss e i suoi piccoli gesti di ribellione non passano certo inosservati...

Non posso fare altro che giudicare così Hunger Games, uno dei più bei libri che ho letto, se non forse il migliore, un libro che mi ha fatta emozionare con le sue ingiustizie ma con la speranza, la forza, la determinazione e l'amore che emana.
Bellissimo.

E' tutto lettori, scusate la lunghezza del post ma, se anche voi avete letto (o visto) Hunger Games è inevitabile trovare così tanto da dire.
A voi è piaciuto? Con che sensazioni vi ha lasciato?
Voi tifate per Peeta o Gale? ;)
Fatemi sapere!
Buona serata,
Macicci

12 commenti:

  1. Wow tre giorni?!? io quando l'avevo iniziato non mi aveva preso sin da subito...a metà libro poi l'avevo divorato e così anche i libri successivi. Anche secondo me il film è fatto così bene che leggere il libro anche dopo non turba affatto.
    La prima volta che ho letto la trama non mi ispirava molto, mi sembrava troppo crudele ma poi mi ha stupito... davvero stupendo! Lo consiglio a tuttiii

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contenta che la pensi come me riguardo i film! :)
      E sono assolutamente d'accordo con te, è stupendo e consigliatissimooo!!

      Elimina
  2. Hunger Games è stata la prima serie che ho apprezzato di più dopo Harry Potter. Mi sono innamorata del primo romanzo nonostante avessi già visto il film e da allora ho sempre seguito la serie :3 Il secondo libro della trilogia è in assoluto il mio preferito, quindi ti consiglio di continuare a leggerla!
    Per quanto riguarda i personaggi maschili, io sono sempre stata nel #TeamPeeta, perché in fondo ho un cuore di panna e questo personaggio è riuscito a conquistarmi da subito, al contrario di Gale, che invece mi è sempre stato antipatico é___è

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho fatto la stessa cosa tua, prima il film e poi il libro, ma non disturba per niente! Sento che a tantissimi piace di più il secondo libro, lo sto già leggendo e non mi sta deludendo affatto ;)
      Peeta è...non lo so, è troppo tenero, come si fa a non affezionarglisi subito? ♥ :)

      Elimina
  3. AMO questa trilogia, è una delle mie preferite in assoluto. Sono contenta che il primo libro sia piaciuto anche a te. Sono certa che amerai anche il secondo, che è ancora più bello del primo. E poi sono curiosissima di conoscere il tuo parere sul terzo volume, che in moltissimi hanno odiato, oppure da cui sono rimasti delusi. Io ho amato tanto anche quello, invece. Katniss e Peeta sono perfetti insieme, vedrai anche meglio nei due libri successivi. Alla fine Gale non potrebbe essere nemmeno un'opzione per Katniss. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Avevi ragione, sono dei libri troppo belli per non essere letti, li adoro! Li sto divorando in pochissimo tempo, sto già leggendo il secondo e mi piace tanto anche quello! Non credo resterò delusa dal terzo, visto come mi stanno prendendo, ma stai sicura che scriverò cosa ne penso anche degli altri due libri che mi mancano...e sì, mi sto rendendo sempre più conto che Peeta e Katniss sono perfetti insieme, non c'è Gale che regga il confronto ;)

      Elimina
  4. Condivido tutto!
    E' vero è un libro che si legge tutto di un fiato. E' troppo appassionante.
    C'è chi lo ha giudicato assurdamente crudele, e a chi lo ha fatto ho sottolineato che la realtà spesso è molto più crudele di quella descritta in queste pagine.
    Basti pensare alla arene e ai gladiatori, anche li si osservava gente (schiavi e poveri) uccidersi per il puro diletto dei potenti.
    Per quanto riguarda la tua domanda, ovviamente tifo Peeta. Gale non lo posso proprio soffrire XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo, inutile definirlo troppo crudele quando in giro succede ben di peggio...
      Ahah siamo tutte nel team Peeta, povero Gale!! ;)

      Elimina
  5. Wow, si sente che ti è piaciuto alla follia... quasi quasi mi hai fatto venire voglia di rileggermelo :3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahah mi sono troppo appassionata :D una rilettura ci sta se si parla di Hunger Games... ;)

      Elimina

Lasciate un commento, sono sempre felice di leggerli e rispondervi! ♥