sabato 7 febbraio 2015

RECENSIONE: Hunger Games - La ragazza di fuoco

Ciao amici lettori!!

Sono andata con calma perché non volevo finirlo troppo in fretta come ho fatto con il primo libro...ma ho finito anche Hunger Games - La ragazza di fuoco, il secondo volume della trilogia della Collins!! ♥
Visto quanto mi è piaciuto il primo (trovate QUI la recensione), avevo grandi aspettative anche per quest altro libro...aspettative che sono state pienamente soddisfatte!
Anche La ragazza di fuoco è stato per me appassionante, coinvolgente e travolgente, ma bando alle ciance, ecco qui cosa ne penso più nello specifico!!
(Preparatevi perché anche questa volta avrò abbastanza di cui parlare ;) )

TITOLO: Hunger Games - La ragazza di fuoco
AUTORE: Suzanne Collins
EDITORE: Oscar Mondadori
PREZZO CARTACEO: € 13,00
PAGINE: 384

DALLA QUARTA DI COPERTINA
Non puoi rifiutarti di partecipare agli Hunger Games,l'implacabile reality show di Panem, e perdere significa morte certa. Katniss e Peeta sono, miracolosamente, ancora vivi. Katniss dovrebbe sentirsi sollevata, perfino felice. Invece nulla va come lei vorrebbe. In giro si mormora di una rivolta contro Capitol City, accesa dalla scintilla della loro vittoria. Gale, il suo amico di sempre, è freddo e la tiene a distanza. Peeta le volta le spalle.
Mentre si avvicina il Tour della Vittoria, la posta in gioco si fa sempre più alta. Se non riusciranno a dimostrare di essere perdutamente innamorati l'uno dell'altra, Peeta e Katniss rischiano di pagare con la vita...

POSSA LA BUONA SORTE
ESSERE SEMPRE A VOSTRO FAVORE!



Anche questa volta credo sia il caso di dirlo senza troppi giri di parole: anche questo libro è stato per me a dir poco FANTASTICO.
Questa volta i personaggi li conosciamo già, sappiamo come sono e cosa li lega, conosciamo il Distretto 12 e Capitol City; è come se tornassimo a visitare luoghi e persone a cui ci siamo affezionati nel primo libro: beh sì, io sono assolutamente affezionata a Peeta e Katniss, e anche a tutti gli altri incredibili personaggi.

Questa volta Katniss & Co. sono alle prese con il ritorno a casa dopo aver vinto i settantaquattresimi Hunger Games: ora possono vivere tranquilli, felici e negli agi del Villaggio dei Vincitori, hanno soldi e cibo in abbondanza e non incombe più su di loro la paura di dover ripartecipare al bagno di sangue che sono quei giochi.
O forse no?
No perché Peeta e Katniss devono dimostrare a tutta Panem, ma soprattutto al terribile presidente Snow, che loro due sono innamoratissimi; cosa alquanto difficile dato che adesso che sono tornati a casa si guardano appena...
Avendo visto il film sapevo che i rapporti tra i due vincitori si erano fatti freddi, ma credetemi, leggerlo è stato lo stesso doloroso! Sapete già che sto dalla parte di Peeta perché è indubbiamente il compagno perfetto per Katniss ;) ma vederli così distanti mi ha resa tanto triste lo stesso :(
Ma tutto cambia quando inizia il Tour della Vittoria e finalmente Katniss capisce che può stare tranquilla e lontano dagli incubi sull'Arena solo al fianco di Peeta :D

Ma La ragazza di fuoco è molto più che dei teneri Peeta e Katniss che capiscono di essere fatti l'uno per l'altra: questo libro è la scintilla dell'imminente rivoluzione dei Distretti contro Capitol City, partito da quando Katniss ha fatto la messinscena con le bacche velenose nell'Arena; da quel momento lei diventa per tutti la Ghiandaia Imitatrice, simbolo della rivoluzione e motivo per portarla avanti.
I Distretti si ribellano, le punizioni e i controlli da parte di Capitol City si fanno più severi, la popolazione è stanca e arrabbiata: tutto questo lo possiamo percepire anche noi leggendo, sentiamo l'ostilità della gente e ne percepiamo la voglia di lottare e ribellarsi. E' tutto così coinvolgente che non possiamo fare a meno di arrabbiarci e protestare contro tutte le ingiustizie che si subiscono nei Distretti.
E ciò si ripercuote anche sui vincitori degli Hunger Games: quest'anno c'è l'edizione della memoria, fatta ogni 25 anni, e il presidente Snow non si fa sfuggire l'occasione per punire Katniss e cercare di calmare le rivolte: i partecipanti a Giochi saranno estratti tra i vincitori ancora in vita.
La disperazione si Katniss in quel momento è anche la nostra disperazione: ormai sappiamo anche noi cosa significhi dover partecipare ai Giochi...
Quello che mi ha colpita di più è stata la rabbia e la determinazione che ha caratterizzato tutti i precedenti vincitori costretti a ripartecipare a questa barbarie; erano tutti amici, nessuno si aspettava un simile colpo basso da Capitol City, tutti sembrano volersi ribellare. Tutti.

Ci sarebbe così tanto da dire...è impossibile che riesca a parlare di tutto quello che mi è piaciuto senza dilungarmi troppo :(
Vi dirò solo che il simbolo di ribellione che ho preferito è stato l'abito da sposa che Katniss ha dovuto indossare alle interviste che ha preso fuoco e si è trasformato in una ghiandaia imitatrice. Cinna è senza dubbio un GRANDE.

Malgrado la tristezza per i vincitori che sono dovuti tornare nell'arena maledetta, parlando in merito alla narrazione ho apprezzato che ci siano stati degli altri Hunger Games.
Mi spiego meglio: il fatto che siano tutti dovuti tornare a lottare tra loro ha fatto sì che anche questo libro fosse appassionante ed incalzante: se si fosse solo parlato dei Distretti che iniziavano a ribellarsi sarebbe stato un po' noiosetto a mio parere...

Quindi, non posso che dare questa valutazione anche a La ragazza di fuoco:
Peeta e Katniss che iniziano a capire di essere fatti l'uno per l'altra, la rabbia degli abitanti dei Distretti, la delusione e l'unione dei tributi-vincitori all'edizione della memoria degli Hunger Games, i sotterfugi per far si che Katniss rimanesse la scintilla della rivoluzione, la Ghiandaia Imitatrice, il sistema a orologio della nuova Arena...tutto questo mi ha fatto amare anche questo secondo libro alla follia! ♥

E voi lettori che ne pensate? Anche a voi è piaciuto tanto il secondo libro o avete preferito il primo? Cosa avete preferito di questo secondo libro? Fatemi sapere! :)
Macicci

8 commenti:

  1. condivido tutto! il secondo libro è stato il mio preferito della trilogia, l'avvicinamento tra Peeta e Katniss è dolcissimoooo *-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahah per fortuna non sono l'unica che é impazzita per loro due!! :D
      Non so se lo preferisco al primo ma é stato veramente molto molto bello ❤

      Elimina
  2. Il mio preferito della trilogia!!! Amo Katniss e Peeta in questo libro! *__*
    Cinna è il migliore :'(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non me la sento proprio di preferirne uno agli altri, ahah sono esagerata :D
      Comunque si, anche a me piacciono tanto in questo libro, chissà nel prossimo! *_* e ti giuro mi dispiace troppo per Cinna, sarebbe stato un gran personaggio anche nell'ultimo libro :(

      Elimina
  3. Condivido ogni parola scritta da te! Bellissima recensione, complimenti! ^_^
    Hai saputo descrivere alla perfezione ciò che ho provato anch'io, leggendo questo romanzo!
    Ne approfitto anche per farti i miei migliori auguri (vedi che mi sono ricordata? ;) ^_^ )
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie!! :) sia per i complimenti alla recensione che per esserti ricordata del mio compleanno, gentilissima!! :D
      Un abbraccio!

      Elimina
  4. Ciao! Ho appena scoperto il tuo blog e mi sono iscritta!!
    A me questa trilogia è piaciuta. Il mio volume preferito è il terzo, nonostante in molti ne parlino abbastanza male! Io l'ho davvero adorato!
    Se ti va di scoprire il mio angolino, mi trovi qui!
    libridicristallo.blogspot.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie di esserti iscritta, passerò anche io da te :)
      Comunque ho quasi finito anche l'ultimo volume e sono d'accordo con te, bellissimo! Come tutta la trilogia in effetti ;)

      Elimina

Lasciate un commento, sono sempre felice di leggerli e rispondervi! ♥