lunedì 22 giugno 2015

RECENSIONE: L'irresistibile promessa della felicità

Ma ciao lettori! :)

Si vede proprio che ho finito con gli esami, riesco a trovare il tempo per scrivere tutti i post che avevo in mente :')
Oggi ho pronta per voi una recensione di un libro che ho letto già qualche settimana fa, ma che per svariati motivi riesco a parlarvi soltanto ora!

TITOLO: L'irresistibile promessa della felicità
AUTORE: Micaela Jary
EDITORE: Giunti
PREZZO: € 9,90
PAGINE: 368

DALLA QUARTA DI COPERTINA
Da Monaco a Londra, dalle coste della Cornovaglia fino alla Berlino del dopoguerra. Sulle tracce di un dipinto perduto e di un amore proibito e appassionato.

Ogni giorno Anna vede sfilare davanti a sé i ricchi clienti della casa d’aste di Monaco dove lavora come storica dell’arte. Di fronte alle loro vite scintillanti, la sua condizione di madre single, mollata dal padre di sua figlia senza aiuto né sostegno, appare piuttosto sconfortante. Ma non sa che il destino a volte è capriccioso e le sta riservando una serie di sorprese che non avrebbe mai e poi mai immaginato: un prezioso dipinto impressionista, svanito misteriosamente durante la Seconda guerra mondiale, ricompare all’improvviso nelle mani di un’ereditiera americana. Anna, chiamata a fare una perizia del quadro, ha dei forti dubbi sulla sua autenticità ma, ammaliata dall’erotismo che emanano i due amanti sulla tela, avvinti in un amplesso appassionato, decide di andare più a fondo. Le sue ricerche la condurranno a Londra, dove l’affascinante gallerista Oliver Richardson deciderà di accompagnarla in un viaggio lungo le coste selvagge della Cornovaglia, per raggiungere suo nonno, uno dei maggiori esperti del pittore. Ma l’incontro con il vecchio Henry Richardson porterà la donna molto più lontano: nella Berlino del 1946, in un passato oscuro che risveglierà in lei ricordi sopiti della propria storia familiare. Che cosa lega l’amore proibito degli amanti del quadro alla vita di Anna? E che cosa implica questa scoperta?




 Innanzitutto vi dico sinceramente che mi hanno attratta di questo libro titolo e copertina: un tripudio di fiori rosa che era impossibile non saltasse all'occhio dallo scaffale.
Poi anche la trama ha fatto la sua parte: arte e Seconda Guerra Mondiale, un mix che mi ha definitivamente convinta a prendere il libro.
Perciò avevo delle aspettative diciamo medio-alte per questo romanzo, e devo dire che alla fine non mi ha delusa.
La storia è interessante e, sì, anche coinvolgente, perché lo stile della Jary è molto dettagliato, ricco di descrizioni precise e minuziose, molto curate: certo però che se non siete interessati all'arte neanche un pochino, questo libro potrebbe non fare per voi...

Monaco, 2010: Anna Falkenberg è una storica dell'arte e lavora per una casa d'aste: un giorno le capita tra le mani un dipinto impressionista dato per scomparso durante la Seconda Guerra Mondiale e, per farne la perizia, entrerà in contatto con Oliver Richardson, conturbante proprietario di una galleria d’arte londinese. I due si ritroveranno ad indagare sulla provenienza effettiva di questo dipinto e ne metteranno in discussione la sua veridicità.
Ma quello che più mi ha colpita del libro è il fatto che sia organizzato in flashback: la narrazione infatti si alterna tra le vicende di Anna e Oliver nel 2010 e quelle di Fee, Philip ed Henry a Berlino nel 1946, appena dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale.
Anna, con l'aiuto di Oliver, sta cercando di capire se il quadro che le è capitato tra le mani è oppure no un falso, mentre a Berlino troviamo una giovane Felicitas (alias Fee) che, appena rimasta orfana, vive con la zia Grete, che lavora per la tutela del patrimonio artistico e cerca di salvare più dipinti possibili dalle barbarie di nazisti e sovietici. La vita delle due donne si incrocerà però con quella del luogotenente americano Philip Coleman e con quella del capitano inglese Henry Richardson.


La storia svolta così è davvero particolare e dinamica, non è difficile star dietro al filo della narrazione, non si rischia di perdersi tra le due storie.
Ammetto però che seguivo con maggior interesse le vicende della Berlino post-guerra: non vedevo l'ora di poter conoscere qualcosa in più della storia di Fee e la zia Grete, pensavo sempre a quei personaggi "vecchio stampo", ai quali mi sono subito affezionata.
Leggere una storia ambientata in un periodo storico che mi affascina tanto è stata davvero una piccola gioia. Un'epoca che pare così lontana, ammaliante nella sua complessità, fatta di ingiustizie e privilegi, che racchiudeva anche una storia d'amore per la quale ho fatto il tifo fin dall'inizio, tanto era dolce, pura e difficile.
Con questo non voglio dire che la storia parallela, quella del dipinto, non mi sia piaciuta: anche quella l'ho seguita volentieri, ma non mi ha colpita tanto quanto l'altra.
Ho trovato il ritmo un po' più lento, alcune parti della storia le avrei perfino tolte (come la storiella tra Oliver Richardson e la sua segretaria/stagista...no, vi prego). Meno coinvolgente la storia e personaggi un po' più deboli, meno incisivi, forse quasi scontati, con delle personalità poco particolari.

Malgrado ciò, il libro nel complesso mi è piaciuto.
Certo, forse mi aspettavo qualcosina in più dalla storia del dipinto falso/non falso, ma la parte di storia ambientata durante la Seconda Guerra Mondiale mi ha tanto presa da non far abbassare più di tanto il mio giudizio sul libro.


Consigliato a chi è appassionato, anche solo un pochino, all'arte, e a chi intriga il "sapore" d'altri tempi.

P.S. Dopo aver letto il libro, fatalità ho visto il film Monuments Men, che ha qualche punto in comune con il libro: come zia Grete, i Monuments Men cercano di salvare le opere d'arte dalla distruzione nazista e dai saccheggi russi. Vi consiglio anche il film!

E voi lettori, avevate già sentito parlare di questo libro?
Vi piacciono le storie ambientate durante questo periodo?
Fatemi sapere!

Macicci

20 commenti:

  1. bellissima recensione, mi viene ancora più voglia di leggerlo! anch'io sono stata fatalmente attratta da titolo e copertina! :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! Sì, tutto quel rosa non può non saltare all'occhio ;)

      Elimina
  2. La trama mi piace moltissimo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' un libro davvero carino, lo consiglio!

      Elimina
  3. per questa bellissima recensione ho scelto l ebook complimenti!

    RispondiElimina
  4. Non conoscevo questo libro. La tua recensione mi ha incuriosita molto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Era questo lo scopo ;)
      Il libro è davvero carino!

      Elimina
  5. Sembra un libro adatto a mia mamma!

    RispondiElimina
  6. mi piacciono molto i libri dove si intrecciano storia e mistero

    RispondiElimina
  7. ne ho sentito parlare benissimo e sono davvero curiosaaaaaaaa

    RispondiElimina
  8. Davvero un libro interessante, spero di avere la possibilità di leggerlo ^_^

    RispondiElimina
  9. Arte e seconda guerra mondiale. Quasi contraddittorio ma fantastico....da una parte la bellezza dall'altra la distruzione *-* Non poteva essere più attraente ^^

    RispondiElimina
  10. Questo già si trova nella libreria e come te sono stata tantissimo attratta dalla copertina e dal titolo in più se si parla di arte e storia non potrà essere che un gran libro :-)

    RispondiElimina
  11. Bella recensione! Mi incuriosisce tantissimo!

    RispondiElimina
  12. wow assolutamente intrigante!!! una trama assolutamente coinvolgente...vorrei tanto vedere quel quadro :-)))

    RispondiElimina
  13. Complimenti per la recensione! Questo libro mi attira molto e sarà sicuramente nella lista delle mie prossime letture :D

    RispondiElimina
  14. Molto bello sia il titolo che la copertina, Questo libro mi attira molto e sarà sicuramente nella lista delle mie prossime letture

    RispondiElimina
  15. Bellissima recensione! :)
    La trama e la copertina mi avevano già intrigata, ma dopo la tua recensione mi piace ancora di più :)

    RispondiElimina
  16. Il titolo del libro è davvero accattivante! Ammetto che è la prima volta che sento parlare di questo libro ma dopo aver letto la tua recensione penso che lo inserirò tra le mie prossime letture!

    RispondiElimina

Lasciate un commento, sono sempre felice di leggerli e rispondervi! ♥